I satelliti di Internet invadono lo spazio: l’Agenzia spaziale europea lancia l’allarme

26 Ottobre 2020 | Scienza e Tecnologia

La Stazione Spaziale Internazionale (ISS) si è spostata di 14km per evitare la collisione con un pezzo di un lanciatore giapponese. Lo shock potrebbe aver causato danni significativi alla Stazione, che viaggia a una velocità di 27.500 km/h. Non è la prima volta che accade: l’Agenzia spaziale europea (ESA) emette in media due avvisi di rischio collisione al giorno e questa è stata la terza manovra di evitamento dall’inizio del 2020.

La ricerca di nuove reti internet è uno dei settori economici più rilevanti del momento. A certificarlo sono i nomi che si contendono il mercato: Amazon, Virgin, Facebook ed Elon Musk (fondatore di SpaceX e Tesla) che vorrebbero lanciare migliaia di satelliti nello spazio, per estendere il segnale internet nelle zone più remote della Terra (mare, deserto, montagne..). Nonostante il costante rischio di colllisione annunciato da ESA, SpaceX ed Amazon da sole, hanno già in programma una costellazione di 15.236 satelliti ma non sono le uniche..

FOCUS