Pakistan, la folla attacca e incendia un tempio induista

31 Dicembre 2020 | News Mondo

Una violenta folla religiosa ha appiccato il fuoco a un tempio indù nel villaggio di Teri, nella regione pakistana di Khyber Pakhtunkhwa. Migliaia di persone, presumibilmente guidate da religiosi islamici, mercoledì 30 dicembre hanno estratto i mattoni dai muri e incendiato il tempio, tentando di farlo crollare. Nessuno era nel tempio in quel momento. La rabbia si è sviluppata dopo la costruzione di una piccola proprietà accanto al tempio che i residenti locali credevano fosse un’espansione non autorizzata del santuario.

Il santuario costruito nel 1919, prima della divisione tra India e Pakistan, era stato recentemente ristrutturato dopo un ordine della Corte suprema. “È stato magnificamente ristrutturato e il lavoro è piaciuto alla comunità, ma è sempre stato minacciato dagli estremisti che l’hanno distrutto l’ultima volta”, ha dichiarato un residente locale. Il Pakistan si è spesso dimostrato ostile alla sua minoranza indù per tale motivo, i luoghi di culto indù sono sempre stati vandalizzati o bersagliati da atti di violenza. All’inizio di quest’anno un tempio indù a Karachi è stato vandalizzato dopo che un ragazzo indù locale era stato accusato di blasfemia. Inoltre, a luglio alcuni attivisti islamici avevano portato in giudizio il primo tempio indù a Islamabad bloccandone la costruzione. Ciononostante, la scorsa settimana il Consiglio di ideologia islamica ha concesso il proseguimento dei lavori.

FOCUS